Dall'elettrocardiogramma al segnale endocavitario

Le aritmie cardiache sono patologie oggi suscettibili di molteplici ed efficaci trattamenti farmacologici ed interventistici. Negli ultimi 20 anni, con lo sviluppo delle sempre più affidabili tecnologie, è stato notevolmente modificato l’approccio ad esse, come evidenziato dai numerosi documenti di consenso e linee guida che ne hanno stravolto l’iter diagnostico - terapeutico.
La strategia di ablazione transcatere, la prevenzione della morte cardiaca improvvisa, e la terapia elettrica dello scompenso cardiaco, costituiscono le principali risorse a disposizione degli elettrofisiologi per affrontare le patologie aritmiche.
Il focus dell’evento odierno sarà specificamente quello di illustrare, descrivere e discutere lo stato dell’arte del trattamento delle tachiaritmie e delle bradiaritmie, in particolare modo sottolineando le tecniche e le opzioni diagnostico-terapeutiche messe oggi a disposizione dall’aritmologia dell’azienda ospedaliera universitaria senese.


Deadline iscrizione
30/10/2020


Crediti ECM:
In attesa di accreditamento